Incentivi INPS per donne disoccupate e svantaggiate

In Italia è possibile richiedere nuovamente gli incentivi INPS per donne disoccupate e svantaggiate; le donne in questione possono avere qualsiasi età, ma per richiedere il bonus devono essere senza lavoro da almeno 6 mesi e alloggiare in aree scomode, o meglio definite come svantaggiate. Gli incentivi possono essere richiesti da qualsiasi regione indicata, l’importante che siano accessibili per l’erogazione dall’Unione Europea.

incentivi-inps

Le aziende possono assumere le donne in zone svantaggiate, avendo a loro volta un’agevolazione che gli permetterà di ricevere una riduzione del 50% dei contributi da loro pagati. Il periodo di validità per questo bonus sui contributi è pari a 1 anno, per tutte le compagnie che decidono di assumere una donna mediante un contratto a tempo determinato. Mentre per chi deciderà di assumere una donna con un contratto a tempo indeterminato, avrà la possibilità di essere agevolato per ben 18 mesi.

A riconfermare questi incentivi è stato il ministro del lavoro – Giuliano Poletti – il quale afferma che fino a quando la legge non cambierà sulla carta, sarà possibile richiedere ancora incentivi.

Dove si possono richiedere con sicurezza questi incentivi INPS per donne disoccupate ?

L’erogazione di questi incentivi INPS sicuri è prevista in: Campania, Puglia, Sicilia, Basilicata, Emilia Romagna, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Sardegna, Toscana, Valle d’Aosta, Veneto, Abruzzo, Molise, Lazio, Liguria e Lombardia.

Per chi volesse maggiori informazioni è possibile leggere il documento ufficiale proposto dallo Stato da qui: decreto incentivi

Precedente BioShock per Ipad e Iphone confermato da 2K Games Successivo Enel Energia Elettrica e Gas 2014, più servizio di Salvaguardia fino a dicembre 2016

Lascia un commento


*