Disoccupazione giovanile 2014 alle stelle e tutti scappano!

Non sono cambiare le cose in Italia, per quanto riguarda la disoccupazione giovanile; infatti il continuo aumento porta sempre più giovani fuori dall’Italia. Secondo le ultime statistiche la mancanza di lavoro per i giovani è nuovamente aumentata, costringendo molti ragazzi e ragazze a dire addio alla propria patria e magari ritrovarsi dall’altra parte del mondo (lontani dalla famiglia e dagli amici) a fare lavori di qualsiasi tipo (ma sicuramente ben pagati e onesti).

Il tasso di disoccupazione in Italia è aumentato nei mesi di Maggio/Giugno, portandosi quasi al 43% e di conseguenza compiendo un nuovo record storico mai visto prima… con una crescita di 0.6 punti per quanto riguarda il mese di Giugno e più 4.3 punti su tutto l’anno 2014. A rilevare i dati è stata L’Istat; la quale parla solo di statistiche provvisorie, visto che si tratta solo del mese di giugno.

disoccupazione-giovanile

Il tasso di disoccupazione giovanile 2014 – analisi dei dati

Seguendo i dati presenti in archivio, possiamo dire che a Maggio la percentuale di disoccupazione era pari al 15,3%, mentre a Giugno contava circa il 12,3%. Questo fa vedere un leggero miglioramento per il mese dei gemelli, ma se anche se i dati diminuiscono sul mese; purtroppo aumentano su base annua, vedendo salire il numero di disoccupati di quasi 1%.

Attualmente in Italia il numero di cittadini disoccupati è salito a tre milioni cento cinquantatremila. Secondo l’Istat è diminuito del 3% sul mese precedentemente indicato, ma aumentato durante l’anno. Tutto questo oltre a causare problemi al paese, causa problemi ai giovani, i quali sono il futuro di questa Italia. Ma se andranno via tutti, cosa ne sarà della nostra comunità? offrite il vostro parere nei commenti…

2 thoughts on “Disoccupazione giovanile 2014 alle stelle e tutti scappano!

    • Questa è una bella cosa…peccato che qui in Italia, non si possa dire la stessa cosa! inoltre non riesco a capire, come ci siamo ridotti a questo punto…i giovani dovrebbero essere il futuro dell’Italia, invece li trattano come cretini. questo non è giusto!!!

Lascia un commento


*