Anna Castelli Ferrieri: Google Doodle per il suo 94° anniversario

Anna Castelli Ferrieri, oggi viene presentata in anteprima con un Google Doodle per festeggiare il suo 94° anniversario. Questo per ricordare agli italiani il giorno della sua nascita, le sue opere, la sua vita e la sua scomparsa.

Anna-Castelli-Ferrieri

I più importanti avvenimenti avvenuti nella storia di Anna Castelli Ferrieri, in formato archivio:

  • 1920 – Anno di nascita di Anna Ferrieri a Milano (6 giugno)
  • 1938 – primo anno di inizio studi come architetto, presso il politecnico di Milano
  • 1943 – Anna Castelli Ferrieri scappa da Milano per colpa dell’occupazione Tedesca
  • 1946 – Rientro in patria della designer italiana. (Sempre in quest’anno, crea la rivista italiana Casabella Costruzioni, presso il suo studio artistico)
  • 1947 – Medaglia d’oro per la creazione di un letto per bambini e una speciale poltrona; sempre nello stesso anno contribuisce con la Mostra del Mobile di Milano dove riceve il Diploma d’Onore.
  • 1959 – collaborazione con Ignazio Gardella sul movimento organico
  • 1966 – Anna inizia la collaborazione con suo marito in Italia per la produzione di materie plastiche
  • 1969 – Presidente del Disegno Industriale, presentatrice sullo studio dell’architettura italiana
  • 1973 – Vince il compasso D’oro per la creazione di elementi componibili; come ad esempio: la sedia sovrapponibile, oggetti e contenitori componibili per la casa e di uso comune (premiata per i mobili 4970/84)
  • 1984 – inizio della sua carriera come insegnante presso il Politecnico di Milano
  • 1985 – docente alla Domus Academy ed insegnante fino a 1986
  • 1987 – Secondo compasso D’oro per la creazione della sedia di Kartell
  • 1990 – Anna Castelli Ferrieri fonda il gruppo ACF con i suoi studenti
  • 1994 – Premiazione per la sua nuova linea di posate Hannah, presentate a Sambonet
  • 1999 – Colonia e fonda (Kölner Klopfer del Köln) lo studio del designer internazionale
  • 2006 – Anna Ferrieri lascia per sempre Milano, spegnendosi sotto gli occhi dei suoi cari.

Come potete vedere, la vita di Anna è stata davvero intensa e proprio per questo motivo la grande “G – Google” ha voluto dedicarli un logo tutto suo, ricordandola al mondo intero con un fantastico Google Doodle in sua memoria.

Precedente Codice della strada per neopatentati Successivo Offerta estiva 2014 all-in one Tre per tutti i cellulari

Lascia un commento


*