Truffa negli Stati Uniti d’America da parte di hacker Russi

In questi giorni degli hacker russi hanno creato notevoli problemi negli Stati Uniti d’America, rubando 1,2 miliardi di dati d’identità ad aziende e privati presenti sul web. Il loro intento era quello di creare casini alla nazione, mettendo in scompiglio il web e racimolando un bottino elevato di password e nickname privati di oltre 420mila siti internet e più di 500mila email.

stati-uniti

La notizia uscita subito sulla prima pagina del New York Times, ha messo molta preoccupazione ai cittadini e allo stesso tempo anche la polizia è abbastanza preoccupata, visto i continui furti di identità e password in questi anni. Bisogna pensare solo al fatto che altri pirati informatici vietnamiti, riuscirono a fregare da una società broker, più di 200milioni di dati riguardanti i conti bancari e le carte di credito dei cittadini Americani e non solo; perché nel 2013 il negozio Target (grande colosso commerciale presente negli Stati Uniti d’America e Australia) è stato derubato, subendo un furto di circa 40milioni di numeri di carte di credito e ben 70 milioni di indirizzi email, vie, codici d’avviamento postale e numeri di cellulare.

La polizia pensa sia lo stesso gruppo di hacker che ha effettuato attualmente il furto e che la loro base sia situata in Europa. Ora in molti hanno paura e si chiedono cosa devo fare per mettere al sicuro i propri conti bancari, carte di credito e di dati sulla privacy?

Lascia un commento


*