Fermati altri 11 ladri di energia elettrica Enel a Licodia

Non bastava la vicenda successa due giorni fa, sull’abuso di energia elettrica ai danni dei proprietari italiani e dell’Enel; ieri i carabinieri hanno deciso di fare un controllo a tappeto significativo presso la città di Santa Maria di Licodia (Catania). I carabinieri locali presenti, lavoratori nella stazione, hanno finalmente denunciato un altro caso, condannando ben 11 persone coinvolte per furto aggravato di energia elettrica.

ladri-di-energia

Analizziamo nel dettaglio la vicenda:

I carabinieri per bloccare questi continui e truffaldini eventi, hanno deciso di collaborare con gli agenti ufficiali dell’Enel, al fine di capire dove venivano segnalati il maggior numero di casi di furto. Proprio grazie a tecnici Enel, le autorità sono riuscite a svolgere dei controlli a tappeto su tutto il territorio e alla fine sono riusciti a trovare un gruppo, composti da donne e uomini, composto da circa 11 persone. Quest’ultimi alla fine, hanno confessato di aver sottratto abusivamente corrente, ed essere ladri di energia elettrica da molti anni; il tutto manomettendo “semplicemente” i contatori Enel, con un cavo diretto dalla rete pubblica a quella della loro abitazione.

Ma adesso noi cittadini ci chiediamo, possibile che sia così semplice per questi individui, rubare energia elettrica allo Stato, solo allacciando un cavo diretto? Possibile che non trovino un modo per sistemare le cose e bloccare queste persone una volta per tutte? La parola a voi cittadini:

Precedente Google Doogle per la festa dell'indipendenza ucraina 2014 Successivo Apple vuole sostituire la batteria iPhone 5 gratis ai clienti

Lascia un commento

*