Alopecia areata, addio calvizie con il primo farmaco in commercio

Si stima che circa il 2% della popolazione mondiale soffra di un disturbo chiamato alopecia areata; una grave forma di calvizie che colpisce uomini e donne di tutte le età e che provoca la repentina caduta di capelli, barba, sopracciglia, ciglia e peli in altre parti del corpo. Essa può provocare la caduta parziale o totale, ma in entrambi i casi ciò è fonte di disagio per la persona che ne è affetta. Un gruppo di ricercatori della Columbia University Medical Center però, dopo anno di accurate ricerche, sono riusciti a formulare un farmaco che non solo contrasti la caduta dei capelli, ma ne solleciti anche la ricomparsa.

alopecia-areata

Il farmaco, chiamato Ruxolitinib, potrebbe già fare presto la prima comparsa sugli scaffali di tutte le farmacie americane. Lo stesso, infatti, è già stato sperimentato con successo su un gruppo di persone che soffrono di alopecia areata, e su un buon numero questo farmaco ha permesso la ricrescita completa dei capelli dopo soli 4 mesi dall’assunzione regolare del Ruxolitinib. I primi risultati positivi sono già stati pubblicati sulla rivista scientifica Nature Medicine e il farmaco ha già ottenuto l’approvazione da parte dell’organo che ne regola il suo commercio, ovvero la Food and Drug Administration.

Questo gruppo di scienziati, coordinati da Raphael Clynes e Angela Christiano sono riusciti a capire che questa malattia è immunitaria, ovvero un gruppo di cellule immunitarie che impazziscono a causa di un segnale molecolare sbagliato; successivamente attaccano direttamente il bulbo del capello alla radice, impedendo così al follicolo di generare un nuovo capello.

Lo stesso, continuamente bombardato dal sistema immunitario, smette di produrre il capello e si addormenta, provocando in questo modo l’alopecia areata.

Il farmaco in questione agisce da immunosoppressore che non solo contrasta la caduta, ma anche permette la ricrescita completa dei capelli persi ed è duratura nel tempo. Sì perché i pazienti che sono stati sottoposti a questa cura, hanno continuato ad avere i capelli anche dopo che la cura con questo farmaco era finita da tempo. Quindi l’effetto è permanente. Ad oggi non era mai stata trovata una cura a questa forma di malattia, e gli scienziati sono fiduciosi che questo farmaco venga presto messo in commercio per migliorare la vita delle persone che ad oggi sono ancora affette da alopecia areata.

Precedente Antivirus Panda 2015 gratuito Successivo Famiglie italiane sempre più in crisi con debiti superiori a 20mila euro

Lascia un commento


*